mercoledì 20 luglio 2011

La notte della girondica


In una calda notte mediterranea colpo grosso dei Sanpaolari Lino Cirucci e Michele Marinelli.
Nel SIC Macchia Manes - Calanchi Pisciarello hanno trovato il Colubro di Riccioli (Coronella girondica), colubro elusivo e mite. Per la biologia della specie consultate il sito http://www.naturamediterraneo.com/colubro_riccioli/
Questa specie è il colubro più raro in Molise. Difatti, è segnalata solo per tre stazioni, tra cui una segnalazione di Neno Polini proprio per il SIC in questione.





La specie, in Molise, è protetta dalla Legge Regionale n. 28/1996.

Già protetta!!
Per non essere polemici, ci sono altri blog di denuncia, ma vanno dette alcune cose. La specie è stata trovata in un'area di cava che, oltre questa rara ed elusiva specie, ospita altre specie rare e di direttiva che presentano uno status di tutela quanto mai precario in Molise: Lanario, Averla capirossa, Ghiandaia marina e Testuggine di Hermann. I prati sommitali della collina erano cosparsi di Stipa austroitalica altra specie di direttiva. Fior di leggi e direttiva tutelano queste specie e i loro luoghi di riproduzione. Ma tant'è che, nonostante l'area sia Sito d'Interesse Comunitario, è stato autorizzato l'ampliamento della cava sulla base di una relazione d'incidenza nella quale è scritto che le specie d'interesse comunitario, riportate nel Formulario Rete Natura 2000 del SIC, non sono presenti nel sito della cava.
Credo che l'estensore della relazione abbia sbagliato la scelta del tempo verbale, avrebbe dovuto scrivere "non saranno" presenti.
Infatti, il lanario, specie prioritaria, e le altre specie oramai sono scomparse.
Scampoli di biodiversità nel Basso Molise rosicchiati sempre più. Per chi ne vuol sapere di più http://lasindromedellottetto.blogspot.com/2009/06/uno-scempio.html

Ciò che resta!

Nessun commento:

Posta un commento